23012017in evidenza:

vino. IL CONSORZIO DEL CHIANTI SCEGLIE GLI OBIETTIVI 2017

di [LORENZO GALLI TORRINI]
Messico, Cina, Singapore e Corea del Sud. Il presidente Busi: «Vogliamo crescere dove il vino toscano è sempre più apprezzato»
Giovanni Busi

Giovanni Busi

FIRENZE. Sono Città del Messico, Hong Kong, Singapore e Seoul le tappe extra UE scelte dal Consorzio Vino Chianti per il nuovo programma di promozione 2017 finanziato con i contributi Ocm Vino dell’Unione Europea.

La scelta è stata deliberata in occasione dell’ultimo Comitato Marketing del Consorzio che ha deciso di confermare così i Paesi dove si era già registrata un’attività promozionale nel corso degli ultimi anni.

La prima tappa in programma è a Città del Messico, il 6 marzo 2017, in cui si terrà un workshop con incontri B2B tra aziende e importatori oltre ad un seminario rivolto a giornalisti e operatori del settore.

L’8 maggio invece il Consorzio volerà in Cina, a Hong Kong, in occasione di “Prowine Asia 2017” dove avrà a disposizione uno stand consortile con un bancone istituzionale. Il 15 maggio il Consorzio tornerà a Singapore per organizzare un nuovo workshop con giornalisti e operatori del settore mentre il 17 maggio ultimo appuntamento a Seoul, in Corea del Sud.

“Abbiamo deciso di confermare quei paesi che rappresentano per noi un nodo strategico per lo sviluppo del nostro export – spiega Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti –. L’interesse nei confronti del vino toscano da parte di questi territori sta evidentemente crescendo e per questo motivo la nostra Denominazione non può farsi trovare impreparata.

“Il 2017 è un anno importante per confermare la nostra presenza su quei mercati che soltanto fino a qualche anno fa avevano una conoscenza molto limitata dei nostri prodotti e che oggi ci cercano con puntualità.

“È evidente che ci troviamo a dover rispondere ad una nuova fase dei mercati e siamo convinti che, lavorando con tempestività, saremo in grado di rispondere alla nuova domanda presentando un vino sempre più di qualità in grado di raccontare il nostro territorio nel mondo”.

[lorenzo galli torrini]

Parlane sui Social Network

Articoli correlati

Scrivi una risposta

Devi essere Registrato per scrivere commenti.