23012017in evidenza:

MODERNO DI AGLIANA, DUE APPUNTAMENTI PER TUTTA LA FAMIGLIA

di [associazione culturale il moderno]
Sabato 14 gennaio va in scena “Mia moglie è una santa”, divertente commedia degli equivoci di Andrea Balestri; domenica 15 un viaggio nell’arte di fare il pane con il trio Dendi-Scalzi-Nardin
Dendi-Scalzi-Nardin

Dendi-Scalzi-Nardin

AGLIANA. Doppio appuntamento al Moderno con un fine settimana dedicato alla commedia brillante e al teatro per bambini e famiglie.

Sabato 14 gennaio alle 21 (prezzi: intero 10-15 euro, ridotto 8-10 euro) va in scena “Mia moglie è una santa”, commedia brillante scritta e diretta da Andrea Balestri e interpretata dalla compagnia L’ABC di Pinocchio.

Uno spettacolo esilarante e dalle risate assicurate, che ha già riscosso un vasto successo nei teatri della Toscana con più di venti repliche all’attivo.

Tra scambi di coppia, arrivi a sorpresa di personaggi inaspettati e una lunga serie di equivoci che si susseguono a ripetizione, la commedia scorre in un crescendo di colpi di scena, con un intreccio sempre più fitto e momenti di grande comicità, fino al finale a sorpresa che scioglie l’intera vicenda.

Lo spettacolo viene riproposto per questa stagione in una versione musicale, con nuove gag e un cast di interpreti completamente rinnovato, oltre alle consuete canzoni di Fred Buscaglione con arrangiamenti originali eseguite dalla voce graffiante di Franco Balestri.

Domenica 15 alle 16:30 (prezzi: adulti 10 euro, bambini under-12 5 euro, prezzo speciale famiglia 20 euro) debutto assoluto per “Il pane: quando farlo con amore è un’arte”, scritto e interpretato da Francesco Dendi, Edoardo Nardin e Pasquale Scalzi, con musiche di Edwin Lucchesi.

Uno spettacolo dalla genesi originale, nato dall’idea di Luciano e Marzio Ciolini, titolari dell’omonimo panificio di Montemurlo ed eredi di una delle più antiche famiglie di panettieri della Toscana.

Un’ispirazione che è stata recepita, sviluppata e trasformata in una performance teatrale dal collettivo dei tre artisti. Lo scopo è quello di raccontare, attraverso i vari linguaggi artistici del teatro-circo, della musica e del disegno, la storia plurisecolare di una famiglia che ha fatto del proprio lavoro un’autentica arte, oggi riconosciuta da numerosi attestati.

L’antica tradizione di fare il pane viene pertanto rivisitata in un gioco fantasioso e creativo che porterà a sfornare sia il pane per la “pancia”, la tipica “bozza” toscana, sia quello per la mente, ovvero la fantasia.

Per il collettivo artistico costituito da Dendi, Scalzi e Nardin si tratta di un gradito ritorno al Moderno dopo il successo dello spettacolo “La fantasia” sull’arte di Bruno Munari. È inoltre una nuova sfida per i tre attori, provenienti da esperienze teatrali diverse ma animati dalla ricerca di linguaggi scenici innovativi e convergenti, prestando attenzione al coinvolgimento di un pubblico di famiglie con adulti e bambini.

[associazione culturale il moderno]

Parlane sui Social Network

Articoli correlati

Scrivi una risposta

Devi essere Registrato per scrivere commenti.